La biografia

Nato sulle rive del lago di Ginevra, François Vé è cresciuto in un ambiente musicale e rurale. È autore di cinque album, il primo dei quali, La saison des trèfles (2003), scritto sul suo balcone di Losanna, ha ricevuto il premio “Charles Cros”. Fu seguito quattro anni dopo da Le jardin de Frankee, una riflessione sull’adolescenza e i suoi tormenti. Nel 2010, dopo la pubblicazione di un libro di foto e poesie En super 8, è partito da solo con la sua chitarra per un’avventura intorno al mondo in bicicletta, barca e treno. Da questo viaggio è nato La tentation du sel, un disco basato su melodie pop-folk. Nel 2016, dopo due anni di immersione nelle sue radici vodesi e protestanti, è nato Les douze femmes de Frankee Vee, un album più scuro e organico con arrangiamenti più cinematografici. Nel 2019 è uscito Helvetica, un album di 14 canzoni nelle quattro lingue nazionali svizzere, un’opera che ha accompagnato François Vé sulle strade svizzere eseguendo più di 50 concerti, con una bicicletta cargo-solare come mezzo di trasporto che gli ha permesso di alimentare tutti i suoi spettacoli.

François Vé ha tenuto numerosi concerti in tutto il mondo, in particolare in Polonia, in Cina, in Ungheria e negli Stati Uniti, nonché in tutto il mondo francofono. Si è esibito su alcuni magnifici palcoscenici tra cui il Paléo Festival di Nyon nel 2002 e nel 2004.

La discografia